Difficoltà: apple apple
Tempo: watch watch watch
Porzioni: fork_and_knife 4-6 persone

Il tortello amaro di Castel Goffredo, comune in provincia di Mantova, viene preparato con l’erba balsamita major, conosciuta anche come erba amara, erba di San Pietro, menta greca, ecc, un erba infestante dal aroma simile alla menta ma dal sapore amaro.
Ogni anno, a metà giugno, nel paese viene celebrata la “Grande festa del tortello amaro di Castel Goffredo“.




Ricetta Tortello Amaro

Ingredienti

-Pasta all’uovo
400 gr di farina 00
100 gr di semola di grano duro
4 uova
1 cucchiaio d’olio EVO
1 presa di sale

-Ripieno
500 gr di erbette o spinaci lessati
100 gr di grana padano grattugiato
50 gr di burro
50 gr di pan grattato
40 gr di cipolla
15 foglie di erba amara
1 uovo
1 spicchio d’aglio
qualche foglia di salvia
sale e pepe
noce moscata

-Altro
burro
grana padano grattugiato
salvia

Preparazione

Preparate la pasta all’uovo: In una ciotola sbattete leggermente le uova insieme al sale e all’olio.
Mescolate le due farine su di una spianatoia e, aggiungendo gradualmente le uova, impastate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Lasciate riposare per circa 30 minuti.

Preparate il ripieno.
Tritate finemente la cipolla, l’aglio e la salvia.
Fate rosolare il trito nel burro, aggiungete quindi le erbette precedentemente cotte, strizzate e tritate.
Togliete dal fuoco ed unite l’erba amara sminuzzata finemente, l’uovo, il pan grattato ed il grana grattugiato, quindi insaporite con sale, pepe, noce moscata.

Tirate quindi la sfoglia molto sottile, formate con essa dei quadrati di circa 7 cm, adagiate al centro 1/2 cucchiaino di ripieno e piegateli a triangolo, premendo bene sul bordo per chiuderli.

Cuocete in acqua bollente salata per circa 3/4 minuti e servite i tortelli amari con burro aromatizzato alla salvia e formaggio grattugiato.

Suggerimenti

  • Potete usare degli spinaci o meglio ancora delle bietole
  • Se il ripieno risultasse troppo umido aggiungete dell’altro pangrattato o grana grattugiato
  • Si può dare ai tortelli amari anche una forma a mezzaluna, ottenendo dei dischetti con l’aiuto di un coppapasta