Difficoltà: apple apple
Tempo: watch watch watch watch
Porzioni: cake 6-8 persone

La torta diplomatica è una torta nata dalla pasticceria italiana, molto simile alla millefoglie. Questo gustoso dolce a strati si compone cosi: uno strato di pasta sfoglia, uno crema diplomatica, poi uno strato di pan di spagna sovrastato da ulteriore crema, per finire con un ultimo strato di pasta sfoglia, cosparso di abbondante zucchero a velo.
Può essere preparato sia a forma rettangolare che rotondo.




Ricetta Torta Diplomatica

Ingredienti

250 gr di pasta sfoglia

-Pan di spagna
75 gr di farina
75 gr di zucchero
15 gr di amido o fecola di patate
3 uova
1 cucchiaio di burro fuso (facoltativo)
aroma alla vaniglia

-Crema diplomatica
250 ml di latte
70 gr di zucchero
35 gr di farina
2 tuorli d’uovo
2 fogli di gelatina
1 stecca di vaniglia
1 cucchiaio di rum
scorza di limone grattugiata

-Bagna
5 cucchiai d’acqua
3-4 cucchiai di rum (a piacere)
2 cucchiai di zucchero

-Altro
250 ml di panna da montare
zucchero a velo

Preparazione

Preparate il pan di spagna: separate le chiare dai tuorli e montatele a neve con metà dello zucchero.
In una ciotola mescolate i tuorli insieme all’altra meta dello zucchero e alla vaniglia.
Incorporate quindi ad esso gli albumi montati a neve alternandoli alla farina mescolata con la fecola e setacciata.
Aggiungete in fine il burro fuso e ottenete un composto omogeneo.
Distribuitelo in una teglia rettangolare (una volta cotto, dovete ottenere un rettangolo di circa 30×20 cm, non più alto di due centimetri).

Cuocete in forno preriscaldato a 170 gradi per circa 15-20 minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare

Tirate la pasta sfoglia ottenendo uno strato non troppo sottile, quindi con un coltello tagliate 2 rettangoli di dimensioni uguali a quelle del pan di spagna.
Bucherellate con una forchetta la sfoglia e cospargetela di zucchero a velo.

Cuocete in forno preriscaldato a 170-180 gradi per circa 15 minuti.

Ora preparate la crema diplomatica, partendo con la preparazione della crema pasticcera.
Scaldate il latte con la scorza di limone e la stecca di vaniglia in un pentolino.
In una ciotola mescolate con una frusta i tuorli con lo zucchero, la farina ed un paio di cucchiai di latte, in modo da ottenere un composto senza grumi.
Versate poco per volta il latte caldo (a cui avrete tolto la stecca di vaniglia) nel composto di uova mescolando continuamente per evitare che si formino grumi.
Rimettete il tutto nel pentolino e cuocete a fiamma moderata, mescolando continuamente con un cucchiaio per evitare che si attacchi.
Cuocete finché la crema non raggiunge la consistenza desiderata (circa 10 minuti), quindi trasferitela in un recipiente e lasciatela raffreddare coperta con della pellicola trasparente.
A bagnomaria, sciogliete i fogli di gelatina insieme al liquore ed incorporateli alla crema pasticcera, mescolando energicamente.

Nel frattempo montate la panna.
Quando la massa si sarà raffreddata e inizia a rapprendersi, incorporate delicatamente la panna montata.

Preparate infine la bagna scaldando l’acqua insieme allo zucchero, finché quest’ultimo si sarà sciolto. Togliete dal fuoco e aggiungete il rum.

A questo punto proseguite con la composizione della torta diplomatica: rifilate il pan di spagna e la pasta sfoglia ottenendo 3 rettangoli di uguale misura.
Prendete un rettangolo di pasta sfoglia e cospargete su di esso metà della crema diplomatica, spalmandola uniformemente, ma lasciando 1 cm di distanza dal bordo.
Adagiate ora lo strato di pan di spagna e inzuppatelo con la bagna al rum.
Distribuite la crema restante e coprire quindi con l’ultimo strato di pasta sfoglia.
Cospargete con abbondante zucchero a velo e fate riposare in frigo per alcune ore.

Conservate la torta diplomatica in frigo fino al momento di servirla.

Suggerimenti

  • Potete preparare il pan di spagna anche montando le uova con lo zucchero a bagnomaria, incorporando poi la farina ed il burro
  • Se non avete una teglia delle dimensioni giuste, potete ottenere un pan di spagna più grande e poi ritagliarlo; in questo caso è consigliabile raddoppiare la dose di impasto per non rischiare di rimane con uno strato troppo sottile (se le dimensioni della teglia sono troppo grandi)
  • La cottura di pan di spagna e pasta sfoglia possono variare in base alla loro forma e dimensione
  • L’aggiunta della gelatina serve per non fare smontare la crema se conservata a lungo; se consumata in poco tempo potete evitare questo passaggio
  • A piacere arricchite la torta diplomatica distribuendo delle goccie di cioccolato sulla crema
  • Potete spalmare il lato della torta con della crema diplomatica, e poi decorare con delle briciole di pan di spagna o pasta sfoglia, oppure con amaretti sbriciolati o granella di nocciole
  • Se conservata troppo a lungo nel frigo la pasta sfoglia sulla torta tenderà a inumidirsi
  • Potete ottenere una torta diplomatica rotonda utilizzando una tortiera da 26 cm di diametro per il pan di spagna e ottenendo 2 dischi di pasta sfoglia