Difficoltà: apple
Tempo: watch watch
Porzioni: rice circa 500 gr di pasta

La pasta sablée è una pasta base per pasticceria di origine francese. Simile alla pasta frolla deve il suo nome ad un passaggio eseguito durante la sua preparazione: con il termine sabler si intende sbriciolare il composto in modo da ottenere tante piccole briciole simili a sabbia. Esistono 2 metodi per prepararla: uno prevede di mescolare farina e burro ed eseguire con essi l’operazione di “sabbiatura” prima di unire i rimanenti ingredienti, mentre il secondo si prepara montando l’uovo con lo zucchero, aggiungendo la farina ed ottenendo con questo impasto la “sabbia” da impastare successivamente con il burro. La seguente ricetta prevede l’utilizzo di quest’ultimo metodo.
Questa pasta viene utilizzata principalmente per le preparazioni di piccola pasticceria o come base per crostate.




Ricetta Pasta Sablée

Ingredienti

250 gr di farina 0
125 gr di burro
125 gr di zucchero a velo (o zucchero)
1 uovo
1 pizzico di sale

Preparazione

In una ciotola montate con una frusta elettrica l’uovo insieme allo zucchero e al sale finchè non risultera spumoso e gonfio.
Unite in un colpo solo tutta la farina precedentemente setacciata e, con un cucchiaio, mescolate in modo da unirla al composto a base d’uovo, formando tante piccole briciole.

Prendete ora l’impasto e, sfregandolo tra le mani, fatelo cadere sul piano di lavoro.
Con questo procedimento dovete ottenere tante piccole briciole simili a sabbia.
Mettete ora al centro dell’impasto il burro ammorbidito e lavorate il tutto velocemente, ottenendo una pasta omogenea.

Con l’aiuto di un mattarello stendete la pasta sablée a seconda della ricetta.

Suggerimenti

  • Aggiungendo 1 cucchiaio di panna o latte mentre si monta l’uovo, la pasta sablée risulterà più elastica
  • A piacere aromatizzate la pasta con la scorza grattugiata di 1/2 limone o con 1 cucchiaio di rum
  • Quando la stendete maneggiatela con cura, in quanto tende a rompersi molto facilmente
  • Dopo la cottura fate raffreddare i dolci prima di toglierli dallo stampo per non rischiare di romperli