Difficoltà: apple apple
Tempo: watch watch watch watch
Porzioni: fork_and_knife 6-8 persone

Il cinghiale è un’animale della famiglia dei suidi, la cui pregiata carne viene molto utilizzata in cucina per la preparazione di stufati ed arrosti. Il cinghiale in umido con polenta è forse la ricetta più preparata con questa carne che, come per il capriolo in umido, prevede una cottura lunga. Una volta cotta, la carne verrà poi servita con polenta fresca o abbrustolita.




Ricetta Cinghiale con Polenta

Ingredienti

1 kg di polpa di cinghiale (spalla o coscia)
120 gr di cipolla
50 gr di carote
50 gr di sedano
50 gr di passata di pomodoro
1 spicchio d’aglio
1/2 litro di vino rosso
brodo di carne
sale e pepe
spezie (salvia, bacche di ginepro, rosmarino, cannella, chiodi di garofano, alloro, peperoncino)
olio EVO
burro

-Altro
polenta fresca o abbrustolita

Preparazione

Tagliate la carne in dadi di medie dimensioni.
In una casseruola scaldate dell’olio, unite la carne e, a fuoco vivace, fatela rosolare finchè l’acqua rilasciata dal cinghiale non sarà evaporata e la carne risulterà ben dorata.
Insaporite con il sale, il pepe ed il resto delle spezie (un pizzico di cannella, 2 bacche di ginepro, 1 rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia, 1 chiodo di garofano, 1-2 foglie di alloro ed un pizzico di peperoncino).

Nel frattempo in una padella a parte fate soffriggere con un poco di olio, l’aglio, le cipolle, le carote ed il sedano precedentemente tritati.
Unite il soffritto alla carne e continuate a rosolare il tutto a fiamma vivace.
Dopo qualche minuto bagnate con il vino rosso e fate evaporare.
Un volta che il vino si sarà asciugato aggiungete la passata di pomodoro e coprite la carne con il brodo.
Quando riprende il bollore abbassate il fuoco e continuate la cottura a fuoco lento, a pentola coperta, mescolando di tanto in tanto.

Cuocere per circa 1 ora e mezza, e legate in ultimo aggiungendo un pezzo di burro.

Servite il cinghiale in umido con la polenta.

Suggerimenti

  • Non c’è bisogno di marinare la carne prima di prepararla in quanto spesso gli animali non hanno più quel sapore forte di una volta; in caso contrario marinate la carne di cinghiale per una notte, tagliata a pezzi nel vino rosso insieme a cipolla, carote, sedano ed un poco di spezie
  • A cottura ultimata, se troppo liquido, aggiungete della fecola mescolata con acqua al cinghiale caldo, e fate sobbollire per un paio di minuti per fare addensare
  • Per esaltare il sapore della selvaggina, a fine cottura potete far sciogliere nel cinghiale in umido un pezzo di cioccolato fondente
  • Se vi avanza un pò di carne, tagliatela finemente ed utilizzatela per condire della pasta, come nel caso delle tagliatelle di cacao al cinghiale